Salta al Contenuto delle News
Ricerca nel Sito

    

Visualizza Dimensione Caratteri Standard | Aumenta Dimensione Caratteri del 10% | Aumenta Dimensione Caratteri del 20% | Visualizza la pagina ad alto contrasto |


iscriverti alla newsletter   
Sei in: Home � Attività » Presentazione libri » Giovedì letterari

Giovedì letterario 13 dicembre 2012

giovedì 13 dicembre, ore 20.30
Biblioteca Comunale di Roncade, via Dall'Acqua 25
Giovedì Letterario

Autori Veneti in Piazza
scrittori e scritture del territorio in biblioteca

presentazione di Antonio Ceccato 

Crimini in laguna di Andrea Curcione (Piazza Editore)                                                                      Andrea Curcione è nato a Venezia nel 1964. Laureato in Storia, ama i libri, la scrittura, la fotografia e il disegno. Giornalista pubblicista, si occupa di critica cinematografica. È un appassionato di romanzi gialli. C'è qualche cosa in questi racconti, in questi Crimini in laguna, che intriga e al contempo sfugge, qualche cosa di inafferrabile. Un ritmo avvincente, suspance... ma c'è molto di più, una città a far da sfondo, apparentemente una come tante, in cui le storie delle persone si intrecciano, si fondono. Storie in cui amore, passione, gelosia e buona scrittura ci mostrano una città fuori dagli stereotipi, una città vera, autentica, vissuta e da vivere in modo completamente diverso da tutte le altre, perchè questi sono Crimini nella laguna veneziana, in cui le classiche regole del gioco devono sottostare alla dinamiche della magica città sull'acqua.
 

 

Brueghel e l'eredità di Luigino Bravin (Piazza Editore)                                                                         Luigino (Gigi) Bravin è nato a Oderzo nel 1952 e vive a Conegliano dove insegna matematica da trentacinque anni. Nel 2007 ha pubblicato Il borgo delle Fontane, un libro di storie e personaggi degli anni ’60. Nel 2010 è stato pubblicato da Piazza La Lemniscata, storia di due vite, un’intensa vicenda d’amore fra guerra e attualità. I suoi racconti sono sempre stati selezionati e pubblicati nelle riviste dei concorsi ai quali ha partecipato. Un omicidio inspiegabile attuato in modo tale da far sembrare gli autori agenti dei servizi segreti. Due figli alla ricerca del movente della morte del padre. Un genitore senza segreti che un segreto l’aveva. Quadri di Pieter Brueghel che vengono trafugati dai musei da professionisti che usano tecniche militari. Un viaggio nell’Europa dei grandi musei, un percorso nel tempo. Una storia verosimile intrisa di colpi di scena, ma anche dell’umanità dei giovani protagonisti e della presenza costante dei capolavori del grande pittore fiammingo.

 

Il sigillo di Aniox. Ritorno alle origini di Chiara De Martin (Piazza Editore)                                         Chiara De Martin nasce nel 1995 a Conegliano, frequenta il Liceo Scientifico e vive con la sua famiglia, quattro gatti, un cane di nome Ercole, un pesce e due canarini tra le colline del felettano. Fin da piccola nutre la passione per le storie, per la lettura e per la scrittura. La trilogia de Il Sigillo di Aniox, di cui Ritorno alle origini è il primo volume, rappresenta il suo esordio. La vita di Rut viene sconvolta la notte del suo quattordicesimo compleanno, quando, durante la sua festa, degli sconosciuti fanno irruzione in casa con l’intento di catturarla. Da quel momento, la sua vita non potrà più essere la stessa. Accompagnata da Jack, suo amico e protettore, e dalle Sorelle della Luna, Rut ritornerà ad Aniox, uno dei Ventiquattro Regni, tra le braccia dei suoi genitori naturali. Fin da subito, però, l’ombra di una guerra contro il Destinato, giovane mago intenzionato a conquistare il suo Regno, oscurerà la felicità delle sue giornate, assieme alle parole di amore e morte di un’indovina e alla misteriosa attrazione che Rut sente verso le montagne che occupano il suo orizzonte, legate ad un’antica leggenda di paura e magia. E mentre il Destinato e il suo generale Philibert si faranno sempre più vicini, portando con loro la minaccia di uno scontro armato, una figura mascherata, chiamata La Lince, lotta per mantenere la pace e Rut deve fare i conti anche con i battiti sempre più forti del suo cuore.

Tutta la cittadinanza è invitata

Stampa il contenuto della pagina